Più sicurezza al CENTRO INGROSSO CINA: salgono a 39 le telecamere di videosorveglianza

Sono tutte collegate all’ufficio di controllo: il complesso è ora monitorato 24 ore su 24

 

E’ un CENTRO INGROSSO CINA ancora più sicuro, quello di oggi. Sono stati portati a termine, infatti, i lavori per ampliare il numero delle telecamere dell’impianto di videosorveglianza, ora salite a 39, con l’installazione delle ultime 13 attorno ai fabbricati “O”, “P” e “Q”. In sostanza ora tutti e sette i capannoni del Cic sono costantemente monitorati lungo l’area esterna.

«Non escludiamo ulteriori potenziamenti» spiega Sandro Mattiazzi, responsabile dell’area tecnica e amministrativa del Centro per conto di Finleb Srl, la società che gestisce la struttura di Corso Stati Uniti a Padova. «Ma già da ora possiamo dire che il Cic è più sicuro. Tutte le telecamere sono collegate all’ufficio di controllo: appena arriva la segnalazione di un cliente - che possa riguardare un eventuale furto o un banale incidente d’auto come ne capitano ovunque - abbiamo la possibilità di visionare le immagini praticamente in tempo reale, mettendole a disposizione delle autorità competenti».

Un servizio coperto sia nelle ore diurne sia in quelle notturne. «Proprio così: il complesso, proprio per rispondere a precise incombenze dal punto di vista della sicurezza, viene monitorato anche nei periodi di chiusura notturna attraverso video-ronde gestite da Civis, organo di vigilanza esterno, che provvede anche a evidenziare effrazioni e manomissioni».

Il sistema di videosorveglianza si integra con gli impianti di allarme antintrusione e di rilevazione incendio presenti in tutti i padiglioni, monitorati 24 ore al giorno dalla centrale operativa CIVIS. Ecco perché si può affermare che, in fatto di sicurezza, il CENTRO INGROSSO CINA è oggi un punto di riferimento per ogni altra struttura analoga in Italia.